Loading color scheme

Facciamo i golosi gnocchi... Arlecchino!

Si può giocare insieme, si può giocare ad inventare, si può giocare a gustare! Il gioco è un elemento fondamentale in cucina, almeno per come la concepisco io... 

Un gioco di fantasia, di infinite combinazioni di ingredienti semplici, un gioco di condivisione e di manipolazioni, di “paciughifatti con amore, che danno doppia soddisfazione quando si mangiano. Oggi, per la ricetta di questo numero di Genitori dedicato al gioco, vi racconterò i miei gnocchi Arlecchino!

Ingredienti: 
1 kg di patate (consigliamo quella di Montese a buccia rossa)
300 gr farina  1 uovo 
sale q.b. noce moscata q.b.
spinaci q.b. barbabietola q.b.

Bollite le patate e schiacciatele calde con lo schiacciapatate, lasciatele raffreddare prima di unirle a farina, uovo, noce moscata.

L’impasto va amalgamato il minimo indispensabile per unire gli ingredienti, aggiungendo farina se necessario ma sempre un pò alla volta fino ad ottenere un panetto compatto, morbido. L’impasto dei gnocchi, a differenza della sfoglia, più lo si lavora più diventa colloso e i gnocchi non vengono.

Poi il panetto lo dividiamo in tre e incorporiamo gli altri ingredienti: in uno gli spinaci lessi ben strizzati e frullati e nell’altro la rapa rossa cotta e frullata (ne bastano pochi di entrambi).

Vale la regola dell’impastare il meno possibile e si aggiunge farina se occorre per mantenere l’impasto sufficientemente sodo.

Fare i bigattoni, tagliarli a tocchetti e... qui ci si può sbizzarrire, fate gnocchi della dimensione o forma che volete!

Cuocete in pentola larga: tuffare i gnocchi appena bolle l’acqua, girate subito e appena vengono a galla, voilà, impiattate con olio e parmigiano, una granella di noci, o quello che preferite. Buon divertimento!

ricetta della cuoca Manuela - Eco di Vento
“cucinare è un atto d’amore per me e per il pianeta” per contatti: ecodivento@gmail.com

Il Comitato Etico supervisiona tutti gli articoli, a garanzia della tutela all’infanzia e di una genitorialità consapevole, valori a cui si riferisce l'Associazione.

La Rivista Etica Esce a Marzo, Maggio, Settembre e Dicembre e riceve i Patrocini dei Comuni per le sue finalità di sostegno a tutta la Comunità.